SONDAGGIO TEATRALE

27 marzo Giornata Internazionale del Teatro

Sondaggio semiserio per parlare del teatro (le domande sono in ordine cronologico inverso):

  1. Chi aspettava Godot?

  2. Diamo un nome di battesimo a Lady Macbeth

  3. Chiamereste vostro figlio Edipo?

  • Se no, perché.

  • Se sì, perché.

Risposte

Le risposte sono in rigoroso ordine cronologico, a eccezione di quelle con risposta perfettamente sovrapponibili. Grazie a tutti.

In fondo alla pagina approfondimenti sui tre testi proposti:

Aspettando Godot di Beckett

Macbeth di Shakespeare

Edipo re di Sofocle

Chi aspettava Godot?

 

- Vladimiro ed Estragone (Zali – Valota – Oddina – Giagnoni – De Nardis – Cendon – Zanette – Carru)

- Godot è atteso e quindi non aspetta nessuno. Godot è l’attesa, in proposito ricordo la bellissima canzone di Claudio Lolli, forse il più bell’omaggio a Beckett. (Edgardo Rossi)

- Vladimiro ed Estragone aspettavano Godot che aspettava loro due sotto un albero dietro la collina (Riccardo Zanfa)

- Che significa "chi aspettava Godot"? Forse "chi è Godot?" Se così, la morte (Maria Robino)

- Vladimiro e Estragone aspettano invano Godot per due interi atti. La domanda però potrebbe anche far pensare che sia Godot ad aspettare qualcuno. Forse proprio Vladimiro ed Estragone... Ma in questo caso non si sarebbero capiti sul luogo di incontro. Anche Beckett ogni tanto fa un po' di "confusioni"... Ah, no, mi sbagliavo: quello era Ayckbourn!!! (Luigi Smiraglia e Costanza Daffara)

- Tutta l'umanità, dietro la figura di due buffi personaggi, ammazzando il tempo con discorsi strani, stava, e forse sta aspettando, Godot! (Guendalina Massaro)

- Godot aspettava.... il Tempo (Brigida Lomartire)

- Tutti noi. (Francesca Pastorino – Federica Di Leonardo)

- (nel senso di chi è Godot? allora una speranza realizzata) (Andrea Piazza)

- Mi piace pensare che sia Totò

ad aspettare Godot o anche Charlot

o, a limite, lo aspetta Pierrot.

Da quanto lo stanno aspettando non so:

si sono stufati en attendant Godot! (Tiziano Ziglioli)

- Sua moglie, perennemente in ritardo (Anna Boatti)

- Ulisse. Ed arrivò Nessuno. (Lorenza Morello)

- Io che finisse (Ambrogio Ercoli)

- Godot aspettava fuori del teatro Samuel Beckett per dirgliene 4 (Maria Rosa Panté)

- Patrizia Cavalli (Virginia Comoletti)

- Aspetta me (Elena Uglioni)

- Vladimir ed Estragon, due barboni; (Alberto Ghidoni)

- TUTTI NOI ...aspettiamo un Godot, quel qualcosa per cui vale la pena attendere a volte purtroppo anche invano... può essere l'amore di una vita, il posto di lavoro (il ...cioè quello per cui si è studiato tanto...e non uno qualsiasi), la soddisfazione, la fama e tanto altro. (Sabrina Contini)

- Erano due personaggi: l'oculista titolare del negozio "Il Diottrico" ma soprattutto il sacerdot che sennò rimane disoccupat (Guglielmo Veccia)

- Vladimir ed Estragon aspettano Che il destino, il Fato, the doom, la tuche, li trascini fuori dalla loro passiva esistenza, riattivandola. (Samuele Badino)

- Godot non aspetta, preferisce farsi aspettare (Andrea Botta Leonaro)

 

Diamo un nome di battesimo a Lady Macbeth?

 

- La dark lady per antonomasia (spesso le donne vengono rappresentate come ispiratrici di feroci omicidi o peggio, da Eva in poi sembra che il ruolo femminile preferito da molti autori sia quello della tentatrice) potrebbe chiamarsi Brunilde (altro riferimento ad altra nota dark lady) (Edgardo Rossi)

- Elvira o Lucilla (Irene Valota)

- Diana, anche se questo la obbligherebbe a vestirsi in modo davvero pacchiano al suo matrimonio (Riccardo Zanfa)

- Lady MacBeth non avrebbe un nome, ma per assonanza direi Elisabeth Mac Beth (Beth MacBeth eheh), ma Shakespaere penserebbe a un nome più latino nonostante il luogo del dramma, la Scozia. Magari è meglio Gertrude o Isolde o Eleanor (un po' abusato) un meno conosciuto Sirisgard (troppo nordico) a me piace Isabel (Gian Mario Oddina)

- Lady Lilith (Maria Robino)

- Lady Diana Macbeth o in alternativa Lady Chatterley Macbeth. Sono i nomi che immediatamente vengono collegati al titolo di Lady (Luigi Smiraglia e Costanza Daffara)

- Se si chiamasse Lady? (Lucilla Giagnoni)

- Lady Macbeth io la chiamerei Aileen, è stata una delle pochissime donne serial killer. Uccideva x denaro e per odio. Mi è passato per la mente anche Lilith, ma troppo scontato. (Guendalina Massaro)

- Pronunciare il suo nome porta sfortuna (Maria Teresa De Nardis)

- Ebe (Brigida Lomartire)

- Io continuerei a vederla senza un nome (Francsca Pastorino)

- Sira (Andrea Piazza)

- "Priscilla Macbeth", la più famosa Drag Queen dell'epoca elisabettiana. (Tiziano Ziglioli)

- Ovviamente Beth (diminutivo di Elisabeth) (Anna Boatti - Federica Di Leonardo)

- Lad(y) it be (Lorenza Morello)

- Elvira (Marco Zanette)

- Mary (Ambrogio Ercoli)

- Giulietta... pure lei, da grande! (Maria Rosa Panté)

- Lady Virginia Macbeth (Elena Uglioni)

- Il personaggio, inventato da S., fa riferimento a Gruoch di Scozia, nel dramma è sempre e solo Lady Macbeth (Alberto Ghidoni)

- Eleonor (Sabrina Contini)

- Bloody Mary (Guglielmo Veccia)

- Amber (Samuele Badino)

-Lady Macbeth è la prosopopea dell’aspetto oscuro dell’animo di una prima-donna, è una tentatrice che, seducendolo, fa fare al suo uomo ciò che lei  vuole: penso che “Eva” le calzerebbe a pennello come nome; (Andrea Botta Leonaro)

 

Chiamereste vostro figlio Edipo?

Se no, perché

- Non chiamerei mai mio figlio Edipo...per prima cosa credo che il nome a un figlio vada dato pensando che sarà una sorta di distintivo per la vita. Nella scelta del nome a volte si pensa più a se stessi che al proprio figlio. Inoltre mi sembrerebbe di tracciargli un destino...i miei studi mi fregano in questo senso!! (Zali)

- No, coinvolge anche il noto complesso, oggi discusso e messo sotto accusa da molti studiosi. Un nome troppo carico di sotto significati. E poi chiamare un figlio piede gonfio? Non si fa. (Edgardo Rossi)

- No, non vorrei un bimbo coi piedi bucati e un futuro ben poco invidiabile! (Irene Valota)

- No non chiamerei mio figlio Edipo, solo all'idea mi viene l'angoscia, lo vedrei pieno di complessi, non solo il suo anche tutti gli altri, per me la parola Edipo evoca tutte le accezioni dei complessi per antonomasia. (Eleonora Antoniazzo)

- No, perché "Edipo Zanfa" suona davvero davvero male e si presume che non odierò i miei eventuali figli; piuttosto, Teseo (Riccardo Zanfa)

- NO, perché EDIPO ODDINA fa ridere... (Gian Mario Oddina)

- No, nome funesto, da genitori pretenziosi e egoisti (Maria Robino)

- No, vorrei una femmina, ma Edipa mi sembra un po' azzardato... (Luigi Smiraglia e Costanza Daffara)

- NO assolutamente perché vorrebbe dire che sono recidiva: mi sono malmaritata almeno 2 volte! (Lucilla Giagnoni)

- No, mai! Mio figlio Edipo no! Fa proprio una brutta fine la sua mamma. (Guendalina Massaro)

- No, perché gli domanderebbero per tutta la vita se soffre di complesso edipico (Maria Teresa De Nardis)

- No....perché l'identificazione deve avvenire nella conoscenza del femmineo interiore e non fermarsi (nella) figura materna. (Brigida Lomartire)

- No, perché legato all'idea di morte, di pesantezza (Paolo Cendon)

- No, i nomi dei giganti del mito sono come consacrati e cristallizzati, inaccessibili (Andrea Piazza)

- Sì, forse; o forse no. Non so... è complesso! (Tiziano Ziglioli)

- No, perché tutti lo chiamerebbero Edípo e non Édipo (Anna Boatti)

- No. Poi non saprebbe per quale complesso optare, e temo ascolterebbe Fabry Fibra. E ricomincerebbe la tragedia. (Lorenza Morello)

- No. Mi sentirei troppo coinvolta :) (Federica Di Leonardo)

- Non chiamerei mio figlio Edipo perché, tutto considerato, preferirei che avesse una carriera da solista (Enrico Pagano)

- No, perché i suoi padri finiscono male e le madri...vabbe' (Marco Zanette)

- No, è già mio figlio, non aggiungerei altre disgrazie (Ambrogio Ercoli)

- No, pensa un po' se mio figlio dovesse chiamarsi don Edipo, sai le risate? Molto meglio un più tranquillo don Alessandro! (Alberto Ghidoni)

- No, perché comincerebbe troppo presto a cercare se stesso... (Sabrina Contini)

- No. Perché Edipo Badino suona proprio male. (Samuele Badino)

- No, non chiamerei così mio figlio: Edipo sono io! (Andrea Botta Leonaro, interprete di Edipo nel corto Edipo re di Lorenzo Debernardi)

Se sì, perché

- Si......perché terrei il mio bambino sempre con me! (Brigida Lomartire)

- Io si, assolutamente, adoro i nomi che portano con sé un'eredità pesante, anche se potrei temere le prese in giro a scuola (Francesca Pastorino)

- Mio figlio lo chiamerei Edipo, perché "Edipo re" è un corto, del mio amico Lorenzo, in cui ho io ho avuto la possibilità di confrontarmi con una recitazione che passa per un canale diverso e di conoscere delle persone meravigliose, però se devo considerare la fine che ha fatto Edipo stesso e il significato del suo nome "piedi gonfi" , se è vero che il nome rispecchia la persona, la risposta vien da sé... risposta lunghissima! (Annalisa Carru)

- Se fosse una femmina sì, non ammazzerebbe mai il padre (Maria Rosa Panté)

- Mio figlio si chiama già Edipo (Elena Uglioni, interprete di Giocasta nel corto di Lorenzo Debernardi)

- Si, perché possa fondare il suo complesso (nota bene musicale) (Guglielmo Veccia)

 

APPROFONDIMENTI DIDATTICI

Aspettando Godot di Samuel Beckett, capolavoro del teatro dell'assurdo, espressione del 1900. Un bel viceo sul testo con interviste ai protagonisti: Ugo Pagliai ed Eros Pagni.

 

 

Su Beckett, video promo di un esperimento di collaborazione cinema-teatro sul testo Play (Commedia) di Beckett.

A cura delle Associazioni Fiorile Messidoro e Movimenti.

 

 

Macbeth, tragedia di William Shakespeare teatro inglese elisabettiano, uno dei più grandi e misteriosi drammaturghi.

A proposito del nome di Lady Macbeth se ne parla nello spettacolo Big Bang di e con Lucilla Goagnoni, trovate a questo link il video dell'intero spettacolo, dal minuto 43.41 circa la Lady in persona.

 

 

Edipo re di Sofocle: un mito di tragedia, il mito di fondazione della psicanalisi. La prima indagine del teatro occidentale. Atene V secolo, dove nacque il teatro.

Sull'Edipo e sulla semiologia del teatro un mio breve saggio.

 

Contatto Skype: campustralenuvole

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixxRSS FeedPinterest